RIGENERAZIONE URBANA (E NON SOLO)

LIVING LAB
edizioni 2016 e 2017

Laboratorio aperto per parlare di rigenerazione urbana e innovazione, reso possibile da una stretta collaborazione con il Comune di Mantova e da una condivisione di intenti: far crescere la città attraverso la rigenerazione urbana e dei territori nelle sue declinazioni culturali, sociali, creative e innovative. Immaginazione, comunicazione, progettazione degli spazi e del loro recupero sono oggetto di un dibattito aperto e costruttivo, destinato a trasformarsi in azioni concrete, con esperti e practitioners da tutta Italia, gestori di spazi recuperati, progetti urbani, innovativi interventi tra città e territori nati da istituzioni e cittadini.


 

CREATIVE LAB

Creative Lab è un polo multiservizi per la creatività rivolto ai giovani, dedicato ai temi della rigenerazione urbana e sociale, spazio ideale per laboratori artistici, digitali, creativi e artigianali. Si trova a Lunetta, quartiere di Mantova in via Valle d'Aosta, ed è stato attivato grazie alla riapertura degli spazi dell'ex CAG (Centro di Aggregazione Giovanile) resa possibile dal progetto Giovani CO-Generazioni Creative - Mantova Creative Lab, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, e promosso dal Comune di Mantova e da una rete di 12 partner locali, tra cui Pantacon con ruoli di coordinamento. Lo spazio si propone come un laboratorio sperimentale rivolto a giovani, creativi e abitanti del quartiere, fondato sull'apprendimento tra pari, la produzione digitale, l'intercultura e l'inclusività. Attraverso il recupero dell'edificio e la promozione di eventi, iniziative, corsi e workshop dedicati ai creativi per lo sviluppo del proprio talento e delle proprie ambizioni, Creative Lab favorisce il coinvolgimento attivo della cittadinanza, delle giovani realtà del territorio e di professionisti.Il progetto si sviluppa attraverso quattro linee d'azione in stretta connessione con il LivingLab di Santagnese10 e il FabLab Mantova (polo tecnico all'interno dell'Istituto Enrico Fermi gestito dall'associazione giovanile FabLab Mantova). Giovani CO-GenerAzioni Creative - Mantova Creative Lab è una progettualità che risponde al bando promosso da ANCI e Dipartimento per la Gioventù "Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali di sviluppo della creatività giovanile per la rigenerazione urbana".

Informazioni e contatti sul sito di Santagnese10, nella sezione dedicata al CREATIVE LAB.


 

MANTOVA HUB

Aperto ufficialmente a settembre 2017, Mantova Hub, questo il nome del maxiprogetto di rigenero e recupero urbano del Comune di Mantova in Zona S.Niccolò, è uno degli interventi su cui è maggiormente rivolta l'attenzione locale e non solo. Il sito nei prossimi mesi vedrà l'avvio dei lavori di recupero e ri-funzionalizzazione di quest'area grazie ai fondi del "Bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta" promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Governo Renzi e finanziato per quasi 18 milioni di euro.
Il Consorzio Pantacon, insieme alle sue cooperative, è tra i numerosi soggetti coinvolti nel progetto, e lo è dal punto di vista della progettazione creativa a scopo di racconto e promozione dell'area in tutte le sue fasi di trasformazione. Nelle 
3 nuove piazze della città, troveranno sede la nuova scuola secondaria superiore e il centro di ricerca sulle piante che sarà diretto dal professor Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, professore all'Università di Firenze e direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV) con sedi in tutto il mondo che saranno in diretta connessione con la città. L'area sarà anche la sede di una comunità socio sanitaria per disabili, di un hub per il lavoro, di un eco-ostello e di un mercato coperto a KilometroZero, di un centro culturale che verrà realizzato all'interno della polveriera, il tutto senza rubare spazio alla natura ma recuperando i volumi esistenti della ex-ceramica e dei 5 capannoni dell'area ex-militare di San Nicolò e nel rispetto del sedime del Cimitero ebraico al centro del Parco di San Nicolò oggetto di una progettazione congiunta che vede coinvolte Soprintendenza e Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. L'intervento di progetto proseguirà anche nel quartiere di Valletta Valsecchi con la creazione di una "Piazza del paesaggio" che oltre che essere uno spazio sarà anche un percorso didattico dove conoscere le caratteristiche dell'ambiente naturale di Mantova.

 

PROGETTAZIONE

MANTOVASCIENZA
edizioni 2016 e 2017

MantovaScienza è una rassegna di conferenze, dibattiti, proiezioni cinematografiche e laboratori di carattere divulgativo su temi scientifici di interesse generale, o volti a suscitare nuova attenzione e maggior consapevolezza verso le più attuali scoperte e ricerche scientifiche.Promotore dell'iniziativa è il Comune di Mantova, Assessorato Servizi educativi, in collaborazione con Alkémica Cooperativa Sociale onlus e con il contributo di Regione Lombardia e Tea Energia. Dodici giorni intensi, con relatori di spicco a livello nazionale e internazionale, pronti a raccontare la Scienza con taglio accattivante e comprensibile e per i cinefili, ma non solo, l'occasione ghiotta di una rassegna speciale dedicata ai film a tema scientifico, commentati in sala da esperti e ricercatori impegnati sui più avanzati e innovativi fronti di ricerca.

Informazioni, programma e contatti sul sito web di Mantovascienza e su quello della Cooperativa Alkémica.


 

PUBBLICO NON PRIVATO (PNP)

PNP • Pubblico Non Privato è un progetto curato da Teatro Magro e Zero Beat nell’ambito del Bando di Fondazione Cariplo sul tema della partecipazione culturale, per stimolare la partecipazione dei cittadini alla vita culturale di Mantova e Provincia. 40 "spettatori mobili" sono diventati parte della direzione artistica selezionando con gli operatori le proposte inserite nel cartellone 2017/2018. Provenienti da tutta la provincia (dai 16 ai 70 anni) gli spettatori hanno seguito un percorso di formazione durante il periodo tra Maggio e Giugno con interventi di esperti come Stratagemmi-Prospettive Teatrali di Milano e successivamente è iniziato l'importante tour tra i più importanti festival nazionali di teatro contemporaneo. 

Pagina Facebook di PNP


 

FESTIVAL DEI PICCOLI EDITORI
edizioni 2016 e 2017

Nell’anno di Mantova Capitale della Cultura, la VII^ edizione della manifestazione Piccoli editori è stata curata dal Consorzio Pantacon. La rassegna, che vede il consueto appuntamento presso la Biblioteca Mediateca “Gino Baratta” ha promosso l’incontro e il dialogo tra la piccola editoria locale e il pubblico, con l’obiettivo di promuovere la lettura e la cultura in genere. La rassegna, realizzata dal 27 al 29 maggio 2016 presso la biblioteca Baratta e la Chiesa degli Istituti Santa Paola ha visto la partecipazione di oltre 3.000 visitatori. Durante la tre giorni si sono susseguite presentazioni di libri, concerti, mostre dedicate e performance artistiche. La rassegna, oltre al supporto organizzativo e gestionale di Pantacon, è stata curata da Pantacon insieme alla casa editrice Corraini, fiore all’occhiello della piccolo editoria nazionale.


 

RADUNO NAZIONALE DEI GRUPPI DI LETTURA
La Città delle Parole

A novembre 2017 il III Convegno Nazionale ha censite e fatto incontrare i gruppi di lettura mostrando l'Italia che legge e il ruolo fondamentale delle biblioteche di pubblica lettura che organizzano e ospitano i GDL. La provincia di Mantova vanta il record italiano di più gruppi di lettura in proporzione agli abitanti del territorio e al numero di biblioteche (60 su 68 comuni, 5 solo alla Biblioteca Baratta): sono l'esempio di una buona pratica sociale e culturale, e di come, interagendo con il mondo culturale, dimostrino come sia diventata importante la loro influenza nel mondo editoriale. 

Il blog dei Gruppi di Lettura
Il sito della Biblioteca Baratta


IL MUSEO DEI NATIVI DIGITALI
i ragazzi raccontano ai ragazzi il museo di San Benedetto Po (MN) 

In un momento di rinnovamento ed apertura a nuovi pubblici e nuove generazioni,
il Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po si è dotato di tablet dedicati ai visitatori 6-12 anni i cui contenuti interattivi per la visita sono stati ideati, progettati e realizzati dagli studenti del Liceo Artistico "Giulio Romano" di Mantova in collaborazione con alcuni professionisti esperti di didattica museale e grafica digitale. Obiettivo dei giovani studenti del Liceo Artistico "Giulio Romano" di Mantova è stato quello di creare animazioni, immagini digitali, esempi di gaming, natural interaction e computer vision - successivamente tradotti in contenuti interattivi per tablet - rivolti ai bambini dai 6 ai 12 anni, per portarli ad una avvincente scoperta del museo in una sintesi di narrazione, gioco e tecnologia in grado di creare curiosità e divertimento per un'esperienza autentica di conoscenza. I tablet di cui sarà dotato il Museo, potranno essere utilizzati durante la visita, dai bambini da soli o in compagnia dei genitori; un progetto digitale, dunque, di educazione ai beni culturali, pensato per i più piccoli e realizzato grazie al contributo dei giovani adolescenti del Liceo Artistico "Giulio Romano" di Mantova. Raccolti gli elementi utili alla progettazione i ragazzi coordinati dai propri docenti coinvolgendo tutti gli indirizzi di studio (arti figurative, architettura e ambiente, design, grafica e audiovisivo&multimedia) hanno costruito i contenuti sotto la supervisione di un programmatore/game designer/grafico 3D prima con un seminario e poi con un laboratorio.

Il sito del Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po.

CULTURA E DIVULGAZIONE

FATTICULT

Nata nel 2014, FattidiCultura, poi diventata FATTICULT pone Mantova al centro del dibattito nazionale sui temi dell'innovazione e della cultura come motore per la crescita e lo sviluppo dei territori, affrontando i temi della rigenerazione urbana, della gestione degli spazi, dell'offerta culturale e dei progetti di rilievo socio-culturale. L'appuntamento, a fine settembre, ha negli anni allargato i propri orizzonti, amplificandosi e rafforzandosi, proponendo al pubblico e agli operatori culturali del territorio spazi e momenti di analisi, approfondimenti, workshop e laboratori di idee. Grazie anche alle collaborazioni con CheFare e Fondazione Fiztcarraldo, Fatticult colloca Mantova in una dimensione strategica ben oltre i propri confini geografici, aperta al dialogo e al confronto con le esperienze più innovative a livello italiano ed europeo. Dal 2017 Fatticult ha anche il suo appuntamento primaverile con FATTICULT RELOADED, in preparazione e approfondimento ad alcuni temi chiave per la città.

Informazioni, contatti e notizie sul sito di Fattidicultura


 

LA FIUMA

La Fiuma, festival di teatro di figura, è sostenuto dal Comune di San Benedetto Po, con il coordinamento organizzativo e l'ideazione di Pantacon, con la direzione artistica di Giorgio Gabrielli, e il supporto fondamentale del Museo civico Polironiano di San Benedetto Po.A valere sul Bando Emblematici Minori – Fondazione Comunità Mantovana/Fondazione Cariplo – con la prima edizione de "LA FIUMA, festival di teatro di figura" si svolge dal 2016 all'interno del complesso monastico Polironiano a San Benedetto Po. E' un mix di tradizione e divertimento senza tempo con spettacoli di burattini, pupi, marionette, ombre, pupazzi e musica, per mettere in evidenza l'importanza del patrimonio di marionette e burattini come tratto distintivo della cultura popolare padana e fare di San Benedetto Po un centro culturale propulsivo per l'intero Oltrepò Mantovano.

Pagina Facebook de La Fiuma
Informazioni anche sul sito del Comune di San Benedetto Po


 

ARTBEATART 
edizioni 2015 e 2016

Il progetto ARTbeatART è una community sperimentale di artisti e creativi le cui opere generano nuovi impulsi creativi per Mantova e la collettività. Si articola in aste non convenzionali, progetti di recupero urbano, incontro fra studenti di discipline artistiche e professionisti di arte pittorica, fotografia, scultura, illustrazione, moda. 

Pagina Facebook di ArtbeatArt


 

OPERA FITZCARRALDO

"OPERA FITZCARRALDO - crociera lirica tra acqua e città" è una delle azioni di un intervento più ampio, CITTÁInCANTO, sostenuto da Regione Lombardia per la valorizzazione degli attrattori turistico-culturali e naturali della Lombardia, declinando il tema della valorizzazione del patrimonio lirico lombardo. La crociera si è svolta sui laghi di Mantova nel weekend di sabato 17 e domenica 18 giugno 2017 con un format originale: una barca, quaranta viaggiatori e tante storie da ascoltare lungo l'itinerario per scoprire, con racconti e performance, il patrimonio lirico italiano. In CITTÁInCANTO, oltre a Pantacon e alle sue cooperative ci sono il capofila Aedo, il distretto culturale Regge dei Gonzaga, Segni d'infanzia, Siglacom, Consorzio InCremona, Compagnia Duomo Viaggi, i Comuni di Mantova e Cremona e OperaLombardia, rete dei teatri lirici lombardi

Sito web del progetto CittàIncanto

FORMAZIONE e LABORATORI

In-SEGNO

Con l'inizio di ogni nuovo anno scolastico le cooperative Pantacon formano un unico ideale "catalogo" delle proprie proposte rivolte a scuole, insegnanti, alunni, biblioteche, musei e istituzioni culturali. Le proposte didattiche, ludiche e formative completano, integrano e diversificano il percorso scolastico tradizionale e vengono raccontate in contemporanea, con momenti di diretta sperimentazione insieme agli operatori, con un pomeriggio in Santagnese10.


 

L'ALTRO SGUARDO
edizioni 2015 e 2016

Il progetto L'ALTRO SGUARDO, sostenuto dalla Provincia di Mantova, prevede la realizzazione di azioni formative e didattiche rivolte al Sistema dei Musei e dei Beni Culturali Mantovani. Il progetto nello specifico ha visto la realizzazione di laboratori didattici nelle sedi dei vari musei del Sistema, l'affiancamento e il supporto degli operatori museali e l'organizzazione di un seminario pubblico conclusivo.


 

INCONTRARTI

"IncontrARTI arte in rete per l'inclusione sociale", è un progetto promosso dal Sistema dei Musei Mantovani che ha portato laboratori espressivi di fotografia, scultura e pittura nei musei civici di Mantova studiati da Pantacon insieme al Dipartimento di Salute Mentale e il sistema dei musei, per chi soffre il disagio psichico e per chi vuole imparare o insegnare l'arte di esprimersi in libertà. L'iniziativa, rivolta agli utenti del Centro diurno, agli operatori museali che si occupano dei servizi educativi, a insegnanti e docenti delle scuole, agli educatori e operatori sociali, ai cittadini, nasce dall'incontro tra esigenze ed esperienze diverse che hanno generato una sperimentazione condivisa. Da una parte il Centro diurno del Dipartimento Salute Mentale dell'ASST di Mantova, che vuole rinnovare il laboratorio artistico da anni dedicato ai propri utenti, dall'altra il Sistema dei Musei e dei Beni culturali mantovano, alla ricerca di nuovi soggetti con i quali condividere le pratiche di arte terapia e didattica dell'arte sperimentate nel biennio 2014-2016, grazie al progetto speciale L'altro sguardo.

Informazioni e contatti sul sito web del Sistema dei Musei Mantovani


 

MUSEI, PUBBLICO, EDUCAZIONE

In autunno 2017 Pantacon ha curato gli incontri di formazione e aggiornamento per operatori culturali, con un nuovo ciclo di conferenze di aggiornamento per operatori museali, formatori, insegnanti, studenti del settore didattica e formazione organizzato e fortemente voluto dal Sistema dei Musei Mantovani. Il calendario è composto di una serie di incontri, seminari e conferenze da ottobre a dicembre, dedicati a diversi temi collegati al mondo dei musei e dei beni culturali: la comunicazione, il pubblico, la conservazione, la divulgazione.


 

ACCADEMIA DEI RAGAZZI
edizioni 2016 e 2017

Offrire un'estate indimenticabile ai ragazzi tra i 10 e i 14 anni, per imparare cose nuove, appassionarsi, conoscere. E' l'obiettivo che si è posto l'Assessorato alle Politiche Educative e Sociali del Comune di Mantova e che ha affidato per le estati 2016 e 2017 al Consorzio Pantacon e alle sue cinque cooperative la costruzione di un programma ad hoc. Ne sono nati in tutto 34 laboratori, stimolanti esperienze artistico-creative, che si sono svolte tra città e natura dell'hinterland da giugno a settembre: dalla musica al teatro, dall'arte alla fotografia, dall'archeologia al fumetto, dalla danza alle nuove tecnologie, dal coding al video, dalla lingua inglese alla cucina.

C'è l'apposita sezione de l'Accademia dei Ragazzi proprio QUI