Virgilian Code: programmare per fare impresa culturale. Si cercano tutor!

Progetto sperimentale Virgilian Code: imparare a programmare e programmare per imparare. Un approccio nuovo per fare davvero impresa culturale, partendo dalla scuola. Parte la ricerca dei tutor! www.virgiliancode.it 

Siamo circondati dalla tecnologia, che non è un linguaggio ma uno strumento, non è un universo ignoto ma un mondo regolato da leggi, calcoli e opportunità. Una logica basata sul “coding”, ovvero il linguaggio di programmazione che ha sempre più
importanza nella nostra educazione digitale, necessario al pari dell’inglese e della matematica. Anzi, impararlo aiuta ad apprendere meglio anche le materie “tradizionali”.

Nasce da questo presupposto, da una rete di relazioni vincenti e sensibilità e da passioni e competenze che cercano una strada per esprimersi, il progetto Virgilian Code. E' un’iniziativa sperimentale, nata da un gruppo di persone - Professionisti, Docenti, Esperti di Programmazione informatica - che hanno contribuito a sviluppare l’esperienza del CoderDojo anche a Mantova, progettata e promossa proprio da chi ha portato Coderdojo in città e in provincia per la prima volta nel periodo 2014/2015, venendone a conoscenza grazie all’appartenenza come “Citizen expert” alla rete europea “Edgeryders”.

L’obiettivo principale è quello di portare il “Coding”, ossia la logica della programmazione tramite "Software e Hardware Opensource", dentro la scuola primaria e secondaria di primo grado, coinvolgendola pienamente a partire dalle sue risorse umane e professionali più sensibili a queste tematiche. Obiettivo ambizioso ma possibile è quello di coinvolgere in questo percorso soggetti pubblici e privati per sostenere attività ed evoluzione del progetto.

“La nostra primaria fonte di ispirazione la si trova (anche) nel discorso tenuto da Mitch Resnik, l'inventore di Scratch, ai suoi studenti del MIT di Boston nel novembre del 2012 - spiega Renato Turbati, responsabile del progetto - ma Virgilian Code è già
particolarmente in linea con la riforma della “Buona Scuola” realizzata dall'attuale Governo, che prevede fra l'altro la figura dell'"Animatore digitale", che sarà certamente uno dei punti di riferimento insieme ai "Dirigenti scolastici" e alle "Funzioni strumentali"
per proporre l'idea alla base del progetto al mondo della scuola.

A chi è rivolto

Virgilian Code si rivolge a:
- bambini dagli 8 ai 13 anni
- insegnanti e scuole
- formatori e tutor (dai 16 anni in su): studenti della scuola secondaria superiore e universitari, con competenze in ambito di programmazione e "opensource"

L'esperienza di Coderdojo, inizialmente risultata elitaria perché mediata dall’interesse di genitori già sensibili all’argomento - e comunque non in grado di arrivare in forma strutturata e costante alla gran parte dei bambini e dei ragazzi della nostra comunità - potrà in questo modo essere davvero messa a disposizione di tutti.
Perchè per i bambini è l’occasione di imparare un nuovo linguaggio universale, che aiuta il ragionamento, l’uso della logica e facilita l’apprendimento anche delle altre materie scolastiche, stimolando un ragionamento trasversale
Perchè per gli insegnanti e le scuole è un’occasione di divulgazione e apprendimento in linea con le nuove riforme istituzionali,
Perchè i nuovi tutor e formatori possono usare le proprie competenze e passioni per costruire un percorso personale, utile per sé e per gli altri, e diventare protagonisti di un’impresa culturale.

Le fasi del progetto

Il tutto passa attraverso un percorso di selezione, coinvolgimento, formazione, tutoraggio del loro percorso, mediato e garantito da chi ha portato il Coderdojo a Mantova e da chi ha fatto conoscere questa meravigliosa esperienza a tanti bambini del nostro territorio, impegnandosi attivamente e gratuitamente per quasi due anni. Questo impegno continuerà, anche fuori dalla scuola, ma crediamo che sia la scuola il luogo in cui tutti i bambini abbiano il diritto di conoscere le potenzialità degli strumenti che ormai usano quotidianamente, spesso solo passivamente, e la logica che vi sta dietro, in un linguaggio a loro accessibile.
La Formazione offerta da Virgilian Code attraverso "Pacchetti strutturati" in base all'età e alla competenza dei discenti, sarà utile sia ai bambini a cui è rivolta sia agli insegnanti che li accompagneranno.

Le candidature e la ricerca dei tutor

Il Team dei Formatori sarà selezionato in base alle candidature che arriveranno esclusivamente compilando il "Form" nella apposita sezione di questo sito e alle seguenti attività che saranno comunicate a chi sarà ritenuto idoneo a partecipare dalla
Commissione formata dal Referente Tecnico e dai Mentor Senior.

Chi fosse interessato a partecipare come Formatore dovrà iscriversi nella sezione del sito www.virgiliancode.it inserendo le informazioni richieste; invece le Scuole che fossero interessare a partecipare al progetto acquistando i “Pacchetti formativi” proposti potranno contattare il Responsabile (Renato Turbati) al n. 347/8742136, oppure scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’obiettivo degli organizzatori è di entrare a pieno regime a partire dall’anno scolastico 2016/7 proponendo l’inserimento dei “Pacchetti formativi” di “Coding” nei prossimi Piani di Offerta Formativa Pluriennali.

Ideatori e collaboratori

L’ideatore e responsabile dell’iniziativa è Renato Turbati, il responsabile tecnico è Angelo Boccalari. Stefano Salvi e Dario Ghirimoldi, docenti dell’ITIS Fermi sono i Mentor esperti che comporranno la commissione tecnica che avrà, inizialmente, il
compito di curare la selezione di coloro (dai 16 anni in su) che si candideranno a far parte del gruppo di “Formatori di eccellenza” che entreranno nelle classi di Mantova e provincia che richiederanno di partecipare a Virgilian Code richiedendo l’attivazione dei nostri “Pacchetti formativi di 10 ore, strutturati in 5 sessioni da due ore”.

L’iniziativa ha visto l’interessamento di diversi soggetti del mondo pubblico e privato. In particolare, per primo, il Comune di Mantova ha voluto patrocinare ed è in corso l’interessamento di altri enti locali interessati. L’ITIS Fermi, in quanto Scuola secondaria di
secondo grado di eccellenza in ambito di nuove tecnologie che rappresenta Mantova in Italia ad altissimo livello grazie alla qualità della docenza e dei progetti sperimentali cui partecipa da tempo, ha deciso di patrocinare anch’essa l’iniziativa e di collaborare
inviando “Studenti in alternanza scuola lavoro” a formarsi operando in ottica “learning by doing” che potranno fornire un valido supporto ai formatori che interverranno nelle classi che lo richiederanno.

Sinopsis Lab, Pantacon e Lugman ne sono i primi sostenitori.

Globalinformatica è sponsor ufficiale.