I Like Museo

I Like Museo è un'esperienza assolutamente innovativa, per portare i giovani nei musei, lasciandoli dialogare in modo attivo, portando contributi preziosi per far stare il museo stesso al centro del linguaggio delle nuove generazioni. Tra il 2013 e il 2014 il progetto ha formato docenti e operatori museali e dato vita ad un percorso sperimentale che ha coinvolto 450 studenti mantovani delle scuole superiori.

La scarsa fruizione degli spazi museali da parte dei giovani d'età compresa tra i 14 e i 19 anni è una situazione generalizzata in tutta Italia e la provincia di Mantova non si discosta da questo panorama, come sottolineano i dati monitorati nell'ultimo triennio (2010-2012) dal Sistema dei Musei e dei Beni culturali Mantovani della Provincia di Mantova. Per tentare di avviare un cambiamento di tendenza Charta Cooperativa Sociale onlus e Associazione "PER IL PARCO" onlus hanno elaborato il progetto I LIKE MUSEO – nuovo pubblico giovane per i musei mantovani, che ha trovato il sostegno del Sistema dei Musei e dei Beni culturali Mantovani ed è stato cofinanziato dal Bando Cariplo 2013 "Avvicinare nuovo pubblico alla Cultura".

L'idea portante del progetto è stata quella di mettere i giovani in condizione di dialogare in modo propositivo con le istituzioni museali, portando il loro contributo di idee per rendere il museo stesso - quale che sia la sua natura e dimensione - più vicino al linguaggio e alla sensibilità giovanile. Questo approccio è stato esteso anche a tutti gli operatori museali e gli insegnanti che quotidianamente lavorano con le nuove generazioni in modo che il cambiamento possa replicarsi in futuro grazie a tutti i soggetti coinvolti.

Le tappe del progetto

Le azioni fondamentali in cui si è articolato il progetto sono state due, conseguenti l'una all'altra sia a livello metodologico, sia per scansione temporale.

1) NOVEMBRE-DICEMBRE 2013 - una serie di incontri rivolti a docenti e operatori museali con esperti particolarmente attenti alla comunicazione in ambito museale e alla presentazione del sapere in modo intertestuale e multidisciplinare.

2) GENNAIO-MAGGIO 2014 - percorso sperimentale di "appropriazione" di alcune sedi museali (9 complessivamente i musei partecipanti da Mantova a Suzzara, da Asola a Sabbioneta) da parte di circa 450 studenti provenienti da vari istituti scolastici della provincia (dai Licei agli Istituti professionali), con l'obiettivo di prenderne piena consapevolezza e realizzare una connessione tra i luoghi della cultura (musei), una fruizione innovativa del bene culturale e le esigenze del nuovo pubblico (i giovani).

Esempi di output del progetto
- al Museo della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere i ragazzi hanno ideato e prodotto una app sia per il mondo Android che per iOS, contenente una mappa di navigazione interattiva e multimediale attraverso il territorio cittadino per raggiungere il museo.
- al Museo civico Polironiano di San Benedetto Po gli studenti hanno curato un allestimento museale costruendo un dialogo simbolico fra oggetti realizzati nei vari laboratori dalla propria scuola e oggetti ad artigianato rurale del museo della civiltà contadina.
- al Parco Archeologico del Forcello, gli alunni si sono impegnati per ricostruire, coltivare e presentare un orto etrusco, reintroducendo piante autoctone ora scomparse