“Creative Lab Mantova – lo spazio dell’arte” è uno dei sei progetti vincitori in Italia di un premio del MiBACT, scritto da Pantacon e Caravan SetUp

“Creative Lab Mantova – lo spazio dell’arte” è uno dei sei progetti selezionati in tutta Italia dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) - Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie urbane nella prima edizione del “Premio CREATIVE LIVING LAB”, un programma sui temi della rigenerazione urbana delle periferie italiane. Il progetto è stato  presentato dal Consorzio Pantacon in collaborazione con Caravan SetUp e il sostegno dell’amministrazione comunale di Mantova, per rafforzare il processo di apertura ed integrazione delle attività del neonato Creative Lab Mantova nei confronti dei giovani attraverso la leva della creatività nel campo delle arti e delle nuove tecnologie, ha conquistato la commissione ottenendo un punteggio di 98/100, posizionandosi al secondo posto assoluto della graduatoria, unico individuato meritevole in Lombardia. La selezione è stata fatta tra 216 progetti ai quali era destinato un complessivo finanziamento di 205 mila euro, con un massimo finanziabile di 34mila euro per ogni soggetto proponente.

 

È un traguardo importante per la nostra città e per l’azione di rigenerazione del Comune di Mantova - titolare dello spazio e sostenitore del progetto - che ha riqualificato l’ex Centro di aggregazione giovanile del quartiere di Lunetta trasformandolo in un nuovo polo multidisciplinare dedicato ai giovani, ai linguaggi artistici e della creatività. È un risultato significativo per Pantacon che ha scritto e presentato il progetto mettendo a disposizione la propria capacità progettuale e la propria rete di relazioni, trovando in Caravan Setup e nel festival Without Frontiers un partner naturale, portatore di un tangibile valore aggiunto.

Il riconoscimento del Mibact conferma forza e potenzialità del Creative Lab come spazio culturale e creativo di innovazione, nato in un contesto di rigenerazione e trasformazione di spazi esistenti, caratteristiche primarie tra gli obiettivi del Premio. A questi si aggiungono la sensibilizzazione dei cittadini su temi, forme e microprogetti di rigenerazione urbana per mettere in evidenza l’importanza, nelle operazioni di riqualificazione, degli aspetti culturali e sociali, non solo per il miglioramento della qualità della vita, ma come volano per il lancio di imprese sociali e/o culturali”. Per questo il Creative Lab nell’ambito del progetto “Creative Lab Mantova – lo spazio dell’arte” rispettando e incentivando la propria vocazione, ospiterà laboratori sperimentali di fotografia, discipline artistiche, prototipazione e stampa 3D.

Le azioni non sono solo pensate per stimolare la creatività e il riutilizzo creativo di materiali ma anche la reinterpretazione di luoghi urbani attraverso installazioni permanenti, ed è il naturale proseguimento di quanto fatto dal 2016 ad oggi grazie anche al progetto Without Frontiers – Lunetta a Colori, il festival di riqualificazione urbana e valorizzazione culturale curato da Simona Gavioli e Giulia Giliberti, organizzato con la collaborazione dell’associazione Caravan SetUp. Proprio grazie a Without Frontiers e al Consorzio Pantacon con le sue cooperative, saranno attivati tre gruppi di lavoro e contaminazione su fotografia, arte urbana e stampa 3D che permetterà l’incontro fra artisti e artigiani, curatori e giovani under 35 che lavoreranno mettendo al centro il quartiere e i suoi spazi rigenerati partendo proprio dal Creative Lab.

Il progetto avrà una durata complessiva di sei mesi, dalla progettazione alla realizzazione delle opere.