Un 2018 di novità per tutti. Pantacon arriva ad Asola e Marmirolo con Asola Open e Biblio_Gardens

Pantacon innova con la cultura ad Asola e Marmirolo: Fondazione Cariplo finanzia i progetti del consorzio che nel 2018 porteranno azioni di valorizzazione e tante nuove iniziative al museo Goffredo Bellini (Asola) e alla biblioteca Bozzini (Marmirolo).

Le due amministrazioni hanno presentato ognuna un progetto, scritto a quattro mani in sinergia con Pantacon, partendo dai loro spazi fisici e dai patrimoni immateriali che vi sono custoditi per far nascere oasi di cultura, luoghi per la socialità e attivare operazioni di cittadinanza attiva attraverso i linguaggi della cultura.

 

 

 

BIBLIO-GARDENS - nuovi spazi pubblici per la cultura
Soggetti coinvoltI: COMUNE DI MARMIROLO (MN), in partnership con Charta Cooperativa Sociale onlus

Nell'era digitale la percezione pubblica della biblioteca comunale e l'uso che ne fanno i cittadini sono cambiati: oggi chi la vive con una certa regolarità chiede qualcosa in più rispetto ai servizi tradizionalmente offerti. Oggi le biblioteche s'interessano sempre più alla nozione di partecipazione, intesa nel senso di un maggiore coinvolgimento di pubblico, abitanti, utenti, ai progetti che i luoghi della cultura propongono. E' fondamentale dunque che le biblioteche arrivino a svolgere un ruolo di coesione territoriale, sociale e culturale, che diventino veri e propri luoghi pubblici d'incontro: luoghi dove è possibile trovare risposte a esigenze diverse.
BIBLIO-GARDENS metterà in luce una biblioteca che cambia: non più solo prestito di libri, ma anche spazio culturale, luogo multifunzionale, utilizzato per vivere l'informazione, gli eventi culturali, la socializzazione, il mondo digitale e multimediale.

La biblioteca come un vero e proprio "giardino" del cittadino. Perché la biblioteca possa assolvere al meglio a questi compiti, sono necessari nuovi ingredienti: un nuovo accesso, maggiore apertura, ampliamento delle collezioni e degli strumenti a disposizione degli utenti, incentivazione di attività e proposte da parte delle associazioni locali, idee e stimoli per la vita culturale della comunità.
Le azioni del progetto si espliciteranno da un lato nella riorganizzazione strutturale della biblioteca intervenendo nella riorganizzazione degli spazi interni ed esterni individuando un nuovo punto di ingresso e contaminando lo spazio della principale piazza cittadina su cui si affaccia la biblioteca. 
Dall'altro si metteranno a sistema le iniziative culturali esistenti suggerendo la biblioteca comunale come base per tutti i soggetti che operano in questo ambito sul territorio, creando occasioni di incontro, scambio e di utilizzo della biblioteca come luogo per creare relazioni e connessioni tra individui, persone, cittadini. Si inaugurerà inoltre un processo partecipato per la realizzazione di interventi emblematici sui beni comuni (la piazza, la torre, il polo culturale biblioteca-teatro) in modo da avvicinare quanti più cittadini possibili all'esercizio di una cittadinanza attiva attraverso i luoghi della cultura.

 

ASOLA OPEN – il museo si apre alla città
Soggetti coinvoltI: COMUNE DI ASOLA (MN), in partnership con con Alkèmica Cooperativa Sociale onlus

L'amministrazione comunale di Asola (MN) sostiene e promuove i servizi culturali attraverso la biblioteca comunale "Andrea Torresano", sede operativa del sistema bibliotecario Ovest Mantovano, l'Archivio storico comunale, il teatro "San Carlo" e il museo civico "Goffredo Bellini". In particolare quest'ultimo ha stimolato il comune e il consorzio nell'ideazione di un progetto che lo rimetta al centro della vita culturale della città, sia aprendo maggiormente gli spazi del maestoso palazzo che lo ospita (Palazzo del Monte dei Pegni in centro storico), sia ampliando e rinnovando le proprie attività.
L'obiettivo è rinnovare e rilanciare il ruolo della cultura come linguaggio per avvicinare i cittadini alla gestione/fruizione/valorizzazione dei beni comuni. L'ingresso di due nuovi elementi nell'allestimento museale (la collezione mineralogica Sandrin-Piubeni e le opere dell'artista Stefano Arienti) offrono l'occasione per costruire un processo partecipato con gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Asola e con i cittadini e le associazioni culturali.

Asola Open vuole aprire i luoghi della cultura ai cittadini iniziando dal luogo simbolo che è il museo significa avvicinare i cittadini di Asola alle istituzioni culturali per aumentarne direttamente o indirettamente le competenze. E' possibile trasformare il museo civico in luogo aperto in grado di contaminare il contesto cittadino con interventi che coinvolgano "dal basso" e stimolino il dialogo: su questo processo sarà prodotto un racconto collettivo, implementabile e rinnovabile dai cittadini di Asola in un'ottica di apertura e democratizzazione della cultura.

ASOLA OPEN nasce per portare iniziative di sensibilizzazione, formazione e avvicinamento del pubblico, in particolare del pubblico dei giovani del territorio asolano della fascia di età compresa tra i 15 e i 19 anni, nonché dei cittadini di Asola tout court. Le azioni si espliciteranno da un lato nella riorganizzazione degli spazi del museo civico "Goffredo Bellini" che si apriranno maggiormente ad una libera fruizione da parte della cittadinanza con appositi percorsi di visita, appuntamenti, mostre temporanee, dall'altro stimoleranno attivamente la partecipazione dei giovani mediante attività di co-design di interventi progettati dai ragazzi stessi, con il coinvolgimento anche di soggetti esterni nel ruolo di tutoraggio e supervisione (artisti e professionisti).
Le attività progettuali saranno promosse e coordinate con la supervisione dell'amministrazione comunale e delle cooperativa culturale partner di progetto Alkemica, specializzata in questo tipo di interventi e attiva da tempo nel campo dei beni culturali e della divulgazione scientifica. Esperiti e professionisti saranno di volta in volta coinvolti nella realizzazione delle azioni previste dal progetto.