Pantacon a Festivaletteratura: la musica lirica in Piazza Canossa

Una piazza, una pausa, un nuovo modo di comunicare con il pubblico: Pantacon alla 21ma edizione di Festivaletteratura sceglie la musica lirica come forma artistica e letteraria, e la fa entrare nel filo del telefono e nei microfoni di una sfida improbabile. Teatro Magro e Zero Beat, coordinati da Pantacon per il progetto CittàIncanto, sono sul programma del festival e in piazza Canossa con "Cabine Telefoniche Liriche" e "Vincerò, sfida all'ultima aria tra tenore e baritono". 

CABINE TELEFONICHE LIRICHE (CTL), 8 SETTEMBRE ORE 18 - PIAZZA CANOSSA

Sono installazioni mobili evocative delle "cabine telefoniche" tradizionali che si distinguono per la loro funzione ed originalità: l'inserimento di una qualsiasi moneta nell'apposita fessura sulla facciata, mette in moto tutto il meccanismo. Il pubblico fruitore, dopo aver selezionato il brano prescelto, può godere dell'ascolto della voce dal vivo del performer tramite la cornetta telefonica. 

Un momento di estraniamento dal caos, una pausa di lettura e di ascolto che stupisce e diverte adulti e bambini, rimanendo impresso nella memoria a lungo.

Le Cabine Telefoniche Liriche di Teatro Magro sono due: una dedicata ad aneddoti interessanti riguardo le vite degli autori e compositori più importati del passato panorama lirico, l'altra ai testi originali delle arie liriche più famose e memorabili. Sono su ruote e saranno collocate nelle piazze e nelle vie più suggestive della città per rendere semplice per tutti l'ascolto. Basta un gettone... 

VINCERÒ, sfida all'ultima aria fra tenore e baritono , 9 SETTEMBRE ORE 17 - PIAZZA CANOSSA

Diceva Frank Zappa che il leader nei gruppi era il frontman a seguire, il chitarrista e poi il bassista, ed era rigorosa questa classifica nel portare a cena le groupies. Nella lirica avviene un pò la stessa cosa, ma la disputa è fra tenore e baritono, alla conquista della soprano. Un gioco scenico di strada, una sfida fra chi la lirica la mastica sin dalla adolescenza, il baritono e chi invece la usa in modo fraudolento per conquistare nuovi cuori (non sveliamo chi). Fra serio e faceto si snoda in un divertissement in cui - come è noto - dovrebbe essere il tenore a conquistare la soprano. 

Ma non sarà cosi. L'intento è portare la lirica nelle piazze in modo divertente, contrastando fra chi non azzecca una nota ma ha dalla sua la spavalderia dell'artista di strada e chi invece mastica romanze e arie con la potenza del canto. Con Cesare Panini, Tiziano Tassi e Cristina Moretti.